Contenuto principale

Messaggio di avviso

L'Ufficio di Presidenza del Consiglio comunale è formato dal Presidente del Consiglio comunale e dal Vice Presidente.

 

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Liborio Gaziano

Nato ad Agrigento il 19/04/1986

 

Il Presidente del consiglio comunale è un organo istituzionale del Comune. Viene eletto dal consiglio nella prima seduta successiva alle elezioni comunali amministrative. Per la sua elezione è necessaria alla prima votazione la maggioranza assoluta dei componenti il consiglio; oppure una maggioranza semplice qualora fosse necessario procedere ad una seconda votazione. In caso di parità di voti, risulta eletto il più anziano per età.

Il Presidente rappresenta l'intero Consiglio comunale; garantisce le prerogative del Consiglio e i diritti di ciascun Consigliere ed esercita le funzioni attribuitegli dalla legge, dallo statuto e dal regolamento del Consiglio comunale.

Assicura la complessiva programmazione dell' attività consiliare, coordina i lavori delle Commissioni consiliari con quelli del Consiglio, garantisce un'adeguata e preventiva informazione ai gruppi consiliari e ai singoli consiglieri sulle questioni sottoposte al Consiglio.
Il Presidente del Consiglio comunale dirige i dibattiti, fa osservare il regolamento, concede la parola, giudica della ricevibilità delle proposte, annuncia il risultato delle votazioni con l'assistenza di due scrutatori da lui scelti, uno della maggioranza e uno della minoranza, assicura l'ordine e la regolarità delle discussioni, può sospendere o sciogliere la seduta e ordinare l'espulsione dall'aula di consiglieri che ripetutamente violino il regolamento e di chiunque del pubblico sia causa di disturbo al regolare svolgimento dei lavori.

Al Presidente del Consiglio comunale sono assicurate adeguate strutture nell'espletamento di tutte le funzioni attribuitegli. Tali strutture godono della necessaria autonomia funzionale al fine di garantire il supporto tecnico e operativo ai singoli Consiglieri comunali, poiché la principale prerogativa del Consiglio e quella di essere organo di controllo e verifica dell'attività amministrativa, oltre che di indirizzo.

Il Presidente del consiglio comunale esplica le seguenti funzioni:

  •  ha la rappresentanza del consiglio, lo convoca e lo presiede
  •  predispone l’ordine del giorno inserendo le questioni richieste dal sindaco, dalla giunta nonché dai consiglieri e dai cittadini quando ricorrono i presupposti prescritti dallo statuto comunale
  •  fissa la data dell’adunanza con propria determinazione o a seguito di domanda motivata di un quinto dei consiglieri o su richiesta del sindaco;
  • dirama gli avvisi di convocazione del consiglio
  • dirige i lavori del consiglio ed esercita i poteri necessari al mantenimento dell’ordine in aula
  • ha la facoltà di sospendere e sciogliere l’adunanza
  • pone ai voti le deliberazioni, dichiara l’esito finale delle votazioni e l’adozione delle deliberazioni
  • assicura una preventiva ed adeguata informazione ai gruppi consiliari ed ai singoli consiglieri sulle questioni che saranno sottoposte al consigli
  • attiva le commissioni consiliari
  • esercita ogni altra funzione che la legge ed il regolamento gli attribuiscono

 VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Greco Calogero

Nato a Santa Elisabetta il 20/11/971

 

Viene eletto dal Consiglio comunale mediante separata votazione, con le stesse modalità fissate per l’elezione del presidente.
Sostituisce il presidente nei casi di assenza o impedimento di quest’ultimo.
In caso di assenza o impedimento, il vice-presidente, viene a sua volta sostituito dal consigliere presente che ha riportato il maggior numero di preferenze individuali.
 

 CONSIGLIO COMUNALE

Il consiglio comunale è l’organo di indirizzo e controllo politico-amministrativo ed esercita tale attribuzione su tutte le attività del Comune.

È composto da 12 membri. L’elezione dei consiglieri comunali si effettua con sistema maggioritario contestualmente all’elezione del Sindaco.

Alla lista dei consiglieri collegata al Sindaco eletto è attribuito il 60% dei seggi assegnati al Comune. All’altra lista che ha riportato il maggior numero di voti viene attribuito il 40% dei seggi. Qualora altra lista, non collegata al Sindaco eletto, abbia ottenuto il 50% più 1 dei voti validi, alla stessa è attribuito il 60% dei seggi. In tal caso alla lista collegata al Sindaco è attribuito il 40% dei seggi.

Nell’ambito di ogni lista i candidati sono proclamati eletti consiglieri comunali secondo l’ordine delle rispettive cifre individuali. A parità di cifra sono proclamati eletti i candidati che precedono nell’ordine di lista.

La durata in carica del Consiglio comunale è fissata in cinque anni.

I Consiglieri comunali entrano in carica all’atto della proclamazione.
La prima convocazione del consiglio è disposta dal Presidente uscente e deve avere luogo entro quindici giorni dalla proclamazione.

Nella prima adunanza il consiglio comunale, espletate le operazioni di giuramento, provvede alla convalida ed alla eventuale surroga dei consiglieri eletti e successivamente all’elezione, nel suo seno, di un presidente e di un vicepresidente.

Il consiglio comunale delibera sulle materie che la legge tassativamente riserva alla sua competenza ed indirizza l’azione politico-amministrativa del Comune.

Esercita le funzioni di controllo politico-amministrativo sull’attività comunale e sulla gestione in qualsiasi forma dei servizi pubblici locali avvalendosi della collaborazione del Revisore dei Conti e delle strutture addette al controllo economico della gestione.

Il consiglio ha competenza limitata ai seguenti atti fondamentali:

  • Statuti
  • Regolamenti
  • Programmi, Relazioni previsionali e programmatiche, Piani finanziari ad esclusione di quelli riguardanti singole opere pubbliche, Bilanci annuali e pluriennali e relative variazioni, Conti consuntivi
  • Piani territoriali e urbanistici, Piani particolareggiati e di recupero, Programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione
  • Convenzioni tra i comuni e quelli tra Comune e Provincia
  • Costituzione e la modificazione di forme associative
  • Istituzione e ordinamento dei tributi, la disciplina generale delle tariffe per la fruizione di beni e servizi;
  •  Dotazione organica e criteri generali per l’adozione da parte della giunta del regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi

Rientrano tra le competenze del Consiglio anche:

  •    Approvazione del Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale;
  •   La nomina delle commissioni consiliari;
  •   La nomina del Revisore dei conti;
  •   Il ricevimento del giuramento del Sindaco neo eletto;
  •   L’elezione del Presidente e del Vice-Presidente del Consiglio;
  •   Lo svolgimento dell’attività ispettiva nei confronti dell’esecutivo;
  •   La votazione della mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco;
  •   L’adozione di altri atti fondamentali previsti dalla legge.

CONSIGLIERI COMUNALI

COGNOME NOME LUOGO DI NASCITA DATA DI NASCITA COLORE POLITICO
 Gaziano  Liborio  Agrigento  19/04/1986  UDC
 Iacono  Giovanna  Agrigento  14/06/1983  PD
 Fragapane  Mirella  S. Elisabetta  19/08/1976  PD
 Sicurello  Maria Aurora  Agrigento  16/06/1992  UDC
 Milioto  Girolamo Salvatore Antonio  S. Elisabetta  05/09/1966  UDC
 Militello  Emilio  S. Elisabetta  23/09/1957  PD
 Greco  Calogero  S. Elisabetta  20/11/1971  PD
 Fragapane  Erika  Agrigento  14/07/1993  UDC
 Attardo  Antonino Giuseppe  S. Elisabetta  15/11/1973  Indipendente
Rizzo Raimondo Agrigento 13/05/1980 NCD
Sacco Francesca Agrigento 20/08/1979 Indipendente
Catalano Maria Rosaria Agrigento 24/09/1981 Indipendente